PER LA STRADA

914424516.jpg

Cammino lento verso la meta

Tempo ne ho da perdere.

Mi guardo intorno:

pochi passanti.

Cartacce a terra.

Una signora mi vede:

stringe al petto la borsa.

Buia la strada,

scarsa la luce.

Svolto in una via.

Tossici comprano roba

Da un pusher in un angolo

Seduto su quel che resta di un muretto

Sporcato da brutti graffiti

Indecifrabili e sbiaditi.

Vado dritto per la mia strada

Ignorando una che vuole un euro.

Dritto per la mia strada.

Passo vicino a un benzinaio:

due tipi saltano sul tubo di una delle pompe

sperando di riuscire a spillare un goccio

per far ripartire un motorino.

Seduto su una sedia lì vicino

è appisolato un marocchino.

Quando la pompa è chiusa

Il rifornimento te lo fa lui.

Bar notturno aperto poco più avanti:

gestori cinesi.

Altri tossici italiani.

Rom ubriachi che contano gli spicci rimasti

Sperando di poter farsi l’ultimo bicchiere di peroni.

Un cane ha cagato sullo zerbino.

Un italiano piscia sulla saracinesca della farmacia

A mezzo metro dall’entrata del bar.

Scavalcando la merda del cane

Entro e compro le sigarette.

Uno zingaro anziano grida da solo da un tavolino in fondo.

Esco e riprendo il mio cammino.

C’è uno che vuole una sigaretta:

lo ignoro.

Mi manda a ‘fanculo.

Mi rimbalza.

Proseguo dritto

Attraverso la strada

Sono alla fermata del tram.

Di fronte a me tre puttane africane

Attendono anche loro un tram

Che va nel senso opposto al mio.

Parlano a voce alta

Nella loro lingua.

Aspetto tanto tempo.

Da lontano vedo il tram che arriva lento.

A quest’ora è vuoto:

salgo,

mi siedo,

mp3…

musica

che fa da colonna sonora

mentre viaggio

da una storia all’altra.

1781629758.jpg

 

PER LA STRADAultima modifica: 2008-07-30T02:59:33+00:00da desa78.asr
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “PER LA STRADA

  1. Anche io molte volte, viaggiando sui mezzi pubblici o quando sono da sola per strada, con il mio mp3 alle orecchie, osservo chi mi sta attorno e vago con la mente e mi perdo in pensieri simili a quelli che tu hai descritto molto bene. Lulù

Lascia un commento